Fermate il mondo.

Un’altra giornata così e do le dimissioni da tutto.

Sveglia all’alba, preparo la colazione per tutti, disfo i letti, rifaccio i letti, nel frattempo riesco a lavarmi, vestirmi e darmi una parvenza da essere umano.

Alle otto meno un quarto entro a scuola, tra una lezione e l’altra cerco di far quadrare i conti della gita scolastica, mi arrabbio perchè il collegio docenti del pomeriggio è stato anticipato di un’ora, spiego storia (la “santa” inquisizione).

A mezzogiorno esco, corro a scegliere il colore dei mobili nuovi della cucina, così si possono ordinare per tempo, torno a casa, cucino, lavo i piatti, aiuto mia madre a lavarsi e a cambiarsi, torno a scuola per il collegio docenti (quello anticipato di un’ora), poi incontro alcuni genitori perchè è il pomeriggio dedicato ai colloqui.

Alle diciotto torno a casa, recupero mia madre, la accompagno dal medico, mentre aspetta mi fiondo a fare velocemente la spesa, raggiungo mia madre e, verso le venti torno a casa, aiuto mio fratello a caricare i bagagli che partono (beati loro) per la montagna (in attesa che io possa raggiungerli), cucino e intanto faccio un paio di telefonate, mangio (perchè bisogna pur vivere) ed esco di nuovo per un’animata riunione alla quale non si può assolutamente mancare.

Poco dopo mezzanotte rientro senza più nulla di umano e domattina sveglia alle sei perchè c’è la gita scolastica a Parma.

Ma è vita questa?

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Fermate il mondo.

  1. vitadaprof scrive:

    Se vai a Parma lo è!
    Ciao

  2. giuliana scrive:

    certo che è vita! anzi, è tuttavita!
    coraggio, passerà.
    buona gita!

  3. filo scrive:

    Io me lo chiedo tutti i giorni! Anche cercando di ridurre le cose da fare, c’è sempre qualcuno che ti rivolge richieste alle quali non puoi sottrarti…e il tempo non basta mai.

  4. Sciura Pina, io non mi lamenterei … se ti racconto una mia giornata tipo da pendolare con 2 figli piccoli e la moglie che fa le stesse cose che faccio io (in perfetta parità di diritti e doveri), siamo più o meno lì. E conosco chi sta anche peggio. Un saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.