Infiorata.

Cavenago Campanile e fiori Il Paese in cui vivo, benchè si trovi a una ventina di chilometri da Milano, ha un aspetto tutto sommato ancora agreste, ci sono ampi spazi verdi, i condomini sono circondati da giardini con alberi anche di grandi dimensioni, ci sono ancora alcuni campi coltivati e soprattutto c’è una via che scende dalla piazza principale con un filare di piante, credo una varietà ornamentale di ciliegio, che, in questa stagione è un tripudio di fiori rosa.

I rami abbastanza sottili sono carichi di fiori che rendono la strada particolarmente gradevole e festosa, dovunque si posino gli occhi è un trionfo di colori accesi e camminare è un piacere per la mente e per lo spirito.

Purtroppo però si tratta di una bellezza quanto mai effimera, in questa stagione, infatti, non è infrequente che ai primi tepori si alternino giornate ventose o piogge insistenti, come sta succedendo proprio ora, che in un brevissimo volgere di tempo strappano i petali delicati dai rami e li scagliano a terra pesti e sgualciti.

Allora il marciapiedi diventa un’infiorata, ma calpestare i petali mette un po’ di tristezza perchè è un vero peccato vedere tanta bellezza consumarsi così: la primavera ha mostrato per un breve momento il suo splendido volto per poi nascondersi di nuovo tra le pieghe tetre di questo aprile piovoso.

Eppure la primavera è qui: ho visto le rondini ricostruire i nidi.

infiorata

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Infiorata.

  1. Alberto scrive:

    Tu dietro ai fiori rosa, io dietro a quelli blu. Ciao.

  2. Artemisia65 scrive:

    è primavera
    la mia allergia lo dimostra 🙂

  3. kinnie scrive:

    scusa signora Pina, dato che tu sei così brava ,mi puoi dare un consiglio?
    Dovrei creare un collegamento ipertestuale al mio ultimo post, ma non ci riesco. Come si fa?

  4. filo scrive:

    Sciura pina, m’incanti sempre! Ho guardato spesso la tua raccolta di fotografie, a volte mi fanno persino scoprire qualcosa di me!

  5. alfredo melloni scrive:

    davvero utile saperlo! grazie mille!

  6. Emmyfinegold scrive:

    Adoro quegli alberi, ce ne sono anche vicino a casa mia, credo che siano ciliegi giapponesi. Da me ci sono anche alcuni alberi che producono fiori rosso-rosa meravigliosi. Hai ragione durano pochissimo, ma il tappeto rossa e rosso-rosa è meraviglioso! Sono alberi magici

  7. riccardo uccheddu scrive:

    In un certo senso ti invidio perchè dalle mie parti, una primavera come quella da te descritta, la gente se la sogna.
    Leggendo il tuo post ho desiderato essere un troll (secondo mia moglie un po’ lo sono) che dorme in mezzo a tutti quei fiori!

  8. Lapilli scrive:

    foto stupende 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.