Tra le guglie.

Oggi la giornata piena di sole con il cielo pulito dal vento ha regalato ai marmi del Duomo uno splendore particolare e, nell’attraversare la piazza, lo sguardo si perde lassù, tra le guglie che si stagliano nell’azzurro.

Come resistere alla tentazione di salire sul tetto della cattedrale?

Ogni volta è un incanto, è stupendo perdersi tra i fregi e le statue e scoprire particolari minuscoli e nascosti, invisibili non solo per chi attraversa la piazza senza nemmeno degnare di uno sguardo questa meraviglia, ma anche per coloro che si fermano incantati ad ammirarla e si scattano un selfie.

Da lassù la città è bellissima, con i suoi grattacieli svettanti e il panorama delle montagne innevate, noi “ragazze” (se non all’anagrafe, nello spirito) sedute sui marmi ci lasciamo scaldare dal sole e intanto ci riempiamo gli occhi di bellezza e di stupore per l’incredibile perizia dei tanti artisti sconosciuti che hanno cesellato la pietra come se fosse un merletto.

Adoro salire sul tetto del Duomo che per me resta la chiesa più bella del mondo.

Milano - Sul Duomo

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, Milano nel cuore, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.