Ville aperte in Brianza 2016.

Puntuale, poco dopo la fine delle vacanze, a scuola appena iniziata, quando l’autunno è ancora solo sul calendario torna la manifestazione “Ville aperte in Brianza” che, come sempre, offre la possibilità di conoscere un po’ meglio questo territorio ricco di storia, di tradizioni, di cultura, di bellezza.

Nei primi anni la manifestazione spalancava al pubblico incuriosito le ville di delizia che, un tempo, popolavano questi luoghi di oziosa villeggiatura dove la nobiltà milanese si rifugiava per sfuggire alla calura della città.

Spesso si trattava di dimore fastose, nascoste in parchi ombrosi o adagiate lungo i molti corsi d’acqua, decorate con affreschi e sculture, eleganti e raffinate, simbolo di una sicurezza economica che si fondava anche sull’opulenza delle terre.

Con l’andar del tempo la manifestazione si è allargata anche ai borghi, alle cascine, ai luoghi di culto, alle centrali idroelettriche dell’Adda, belle come palazzi signorili, svelando così un patrimonio culturale ed artistico forse poco conosciuto, ma affascinante.

E’ ora di partire alla scoperta di tanta bellezza.

Lungo l'Adda: da Porto a Trezzo

Cornate d'Adda - Centrale Esterle

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, impara l'arte, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.