Per un pelo.

Domenica scorsa ha chiuso la mostra “Anni Settanta. Il decennio lungo del secolo breve” alla Triennale di Milano (la città che ospiterà l’Expo 2015) , io sono riuscita a visitarla in extremis e mi sarebbe veramente dispiaciuto perdermela.

Una serie di istallazioni, in uno spazio labirintico, nel quale ci si aggira senza seguire un percorso preordinato, restituivano gli aspetti più caratteristici di un periodo che ormai è consegnato alla storia, ma è ancora ben vivo nella memoria di chi lo ha vissuto, ed era proprio questa la discriminante tra i visitatori: da una parte i più giovani che osservavano immagini e ascoltavano voci con la curiosità e l’interesse di chi si accosta alle testimonianze del passato, dall’altra i visitatori più datati (come me, del resto) per i quali ogni immagine e ogni voce risuonava nella mente  riportando in superficie frammenti di vita.

Per chi, come me, allora c’era è forte l’emozione di incontrare l’auto di Pasolini, in uno spazio buio come la notte, con i fari accesi o la ricostruzione della cella di Moro, la voce che a Brescia grida di portarsi nel centro della piazza o il bar con la televisione accesa  su Italia-Germania (4 a 3) : sono i ricordi che riaffiorano intatti dalle pieghe del passato.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in impara l'arte, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Per un pelo.

  1. Artemisia65 scrive:

    ero giovanissima negli anni 70
    però amavo bohemian rapsody e ziggy stardust
    i bee gees e john travolta e i festini che si facevano nelle cantine a base di cocacola e patatine pai
    musica che ha segnato un’epoca e che ricordo con tanta allegria nel cuore 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.