Archivi categoria: passato (quasi) remoto

Lo scaffale vuoto.

A Berlino, in Bebelplatz, proprio di fronte all’imponente facciata della Humboldt-Universität, c’è un pannello trasparente grande più o meno come un tombino che lascia intravvedere una stanza, sotto il livello della piazza, arredata con scaffali da biblioteca completamente vuoti. A … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, in biblioteca, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Potsdamer Platz.

Era il cuore di Berlino alla fine del XIX secolo, crocevia delle strade commerciali che percorrevano la nuova capitale e conobbe il massimo splendore negli anni ’20 e ’30 quando, intorno alla piazza, sorsero teatri, negozi, luoghi di potere e … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Tränenpalast.

Ai tempi della divisione, ai tempi del muro questo edificio era soprannominato “palazzo delle lacrime” ed era il posto di frontiera (un po’ meno celebre del Checkpoint Charlie) tra le due Berlino. L’edificio, collocato accanto alla stazione di Friedrichstraße, era … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, diritti e doveri, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Denkmal für die ermordeten Juden Europas.

Il “Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa” sorge a Berlino a pochi metri dalla Porta di Brandeburgo e vicinissimo al luogo dove sorgeva il bunker di Hitler, proprio sul terreno occupato dal palazzo e dalle proprietà di Goebbels . Il … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Ostalgie.

“Ostalgie” è una parola entrata nei primi anni ’90 nel vocabolario tedesco per indicare un sentimento di nostalgia nei confronti della scomparsa DDR. Forse è proprio l’ostalgie, o forse è il desiderio di riscoprire un passato così vicino e pure … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Nel cielo sopra Berlino.

Va bene, lo ammetto, è una cosa “da turisti”, ma non ho saputo resistere alla tentazione di salire sulla Fernsehturm, la mitica Torre della Televisione, visibile da tutta la città che, con i suoi 368 metri e rotti di altezza … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Berlino.

Fino agli anni ottanta, quando la città era ancora divisa dal muro, sono andata spesso a Berlino poi, per tanto tempo, non sono più tornata anche perchè i miei amici, che vivevano nella parte orientale della città, potevano finalmente viaggiare … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Un po’ di nostalgia.

Due anni fa, proprio in questi giorni, ero da poco reduce da un breve viaggio a Itaca, l’isola leggendaria di Ulisse, la piccola macchia verde nello Ionio, circondata da isole più grandi e per certi versi altrettanto famose come la … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Dall’alto del monumento.

Dal 1896 il re Vittorio Emanuele II osserva la gente passeggiare nella grande piazza o sostare per ammirare il Duomo o attraversarla per andare frettolosamente da qualche parte (perché i milanesi vanno sempre frettolosamente da qualche parte). Dall’alto del suo … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto, persone e personaggi | Lascia un commento

Oggi compirebbe novant’anni.

Nata a Francoforte il 12 giugno 1929, se fosse ancora su questa terra oggi Anna probabilmente avrebbe l’aspetto un po’ fragile delle tante simpatiche nonnine che incontro tutti i giorni alla casa di riposo e festeggerebbe il compleanno circondata da … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, in biblioteca, passato (quasi) remoto, personali, persone e personaggi | Lascia un commento