Archivi categoria: il piacere del cibo

Tea time.

La tradizione del tè delle cinque, a quanto pare, nacque durante il regno della regina Vittoria: l’origine del “rito” è attribuita alla duchessa  Anna di Bedford che, non sopportando le lunghe ore di digiuno tra la prima colazione e la … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Fortnum & Mason

Sulla passeggiata che va da Piccadilly a Green Park si affacciano le vetrine ricchissime e raffinate di questo che non è semplicemente un negozio, ma un vero e proprio regno del gusto e della dolcezza, un grande magazzino che fa … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Sapori di una volta.

Qualche giorno fa ho fatto un giro veloce a Cremona, più che altro per visitare una scuola, ma sono riuscita a trovare un po’ di tempo per fare un giro in centro, per dare un’occhiata al Duomo e al Torrazzo … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Tempo di caldarroste.

Tra le mie montagne, anche se la stagione non sembra ancora quella giusta, è ormai tempo di castagne ed è tempo di festa. Durante il week end le vie del paese si animano di bancarelle, di profumi intensi di cibi … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, le mie montagne, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Astinenza da spaghetti.

Quando un gruppo di connazionali è in viaggio all’estero invariabilmente, ad un certo punto, comincia a serpeggiare un vago disagio da mancanza di spaghetti (o maccheroni, pennette, paccheri …. o di qualsiasi altro tipo di pasta). Allora i nostalgici vacanzieri … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Mondiali ed estate.

Associo la fine della scuola alle serate un po’ afose in cui è piacevole fare quattro passi mentre, dalle finestre aperte, da mille televisori arrivano (ogni quattro anni) i suoni delle partite dei mondiali. Non sono mai stata molto appassionata … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Sala professori.

Si anima alla mattina presto, quando fuori è ancora buio, ad uno ad uno gli insegnanti della prima ora arrivano infreddoliti, trascinandosi libri e borse stracariche di compiti corretti, si firma il registro delle presenze, qualcuno si abbandona sulla sedia … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

In una sera fredda.

Fa freddo, tra le mie montagne, e cammino imbacuccata lungo la strada ancora ingombra da mucchi di neve, l’aria è frizzante e taglia la faccia, ma non è spiacevole perchè sa di pulito, sa di cielo limpido, sa di vette … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, le mie montagne, personali | Lascia un commento

Dolcissime pause.

Nel mio viaggio in Azerbaijan ho rinunciato a bere il caffè (se non a colazione) e ho preferito di gran lunga il tè, nero o verde, servito in bicchieri svasati e sempre accompagnato da una coppa di composta di frutta … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Dita di strega.

Qualche sera fa, dopo una serata di letture in biblioteca, mentre i ragazzini si abbuffavano mi sono ritrovata ad osservare che, rispetto a quando ero bambina, anche i dolci sono cambiati. Sul tavolo facevano bella mostra di sè torte decorate … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento