Basta.

Nella mia esperienza la violenza, quella che si scatena fra le mura domestiche, è un’idea inconcepibile, un pensiero che non mi ha mai neppure sfiorata.

Sono nata e cresciuta in una famiglia nella quale mia madre ha sempre avuto pari dignità con mio padre (ben prima della parità riconosciuta per legge), una famiglia nella quale le decisioni, le responsabilità, le scelte avvenivano di comune accordo, dove c’erano discussioni su molti argomenti, magari accese, ma civili nelle quali mia madre, alla lunga, riusciva sempre a spuntarla.

Anche la mia famiglia è così: ci amiamo, ci rispettiamo, condividiamo i problemi e le scelte, decidiamo insieme.

Forse non riuscirei neppure a vivere accanto ad un uomo violento, non lo so, bisogna trovarsi in mezzo a certe situazioni per capire e per sapere quali potrebbero essere le mie reazioni:  so solo che sono troppo indipendente per accettare che qualcuno decida della mia vita e della mia felicità.

Idealmente mi sento vicina a tutte quelle donne che faticosamente stanno cercando dentro di sè la forza di reagire: non devono essere lasciate sole.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in parliamo di donne. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Basta.

  1. stefigno scrive:

    Violenza alle donne. Violenza tra le mura domestica=inciviltà e involuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.