L’immediatezza del simbolo.

Oggi, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” nel mio paese l’Amministrazione comunale ha deciso di piantare un albero rosso che simboleggi l’attenzione delle istituzioni e della comunità nei confronti di questo problema che, soprattutto in tempi recenti, ha assunto risvolti sempre più drammatici che richiedono risposte urgenti.

L’albero è un simbolo potente perché è destinato a crescere, come dovrebbero crescere le misure di protezione e di prevenzione del fenomeno della violenza.

L’albero è lì, sotto gli occhi di tutti, soprattutto dei bambini che escono dalla scuola e che, gettando un’occhiata distratta alla targa, potrebbero rendersi conto che la violenza esiste e che va combattuta anche attraverso la conoscenza e la cultura del rispetto.

Cavenago di Brianza - Albero rosso

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, diritti e doveri, parliamo di donne, personali. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’immediatezza del simbolo.

  1. Grazia scrive:

    Ottima idea! Speriamo altri comuni seguino l’esempio: meglio piantare alberi che panchine (per quanto anche quelle servano).

    Grazie per condividere con noi le sue esperienze e bellissime foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.