Archivi categoria: appunti di viaggio

Un mondo di dolcezza.

In genere tra “dolce” e “salato” preferisco di gran lunga il salato, tra una fetta di torta e un trancio di pizza non ho dubbi, ma qualche volta mi capita di entrare in una pasticceria, magari in un locale storico … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Ai tempi della carta.

Quando gli smartphone erano di là da venire, prima che i navigatori satellitari e le app come “Google Maps” entrassero nella nostra vita quotidiana, per orientarsi in un luogo ignoto c’erano le mappe e gli atlanti stradali, rigorosamente cartacei. L’esperienza … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Baggage claim.

Si tratta di una sorta di gioco di società, inevitabile quando si viaggia e la vacanza è troppo lunga per accontentarsi del bagaglio a mano (che per alcune compagnie aeree diventa sempre più microscopico). La scena è sempre la stessa: … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali | Lascia un commento

Il fascino dei souvenir.

La parola, in francese, significa ricordo, memoria ed effettivamente gli oggetti, qualche volta inesorabilmente kitsch, che chiudiamo in valigia al termine del viaggio sono ganci per la memoria, che dovrebbero, nelle nostre intenzioni, farci rivivere le emozioni dei luoghi che … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali | Lascia un commento

Il duro lavoro delle guide turistiche.

Mi piace, durante i miei viaggi, visitare musei e monumenti accompagnata da una persona, una guida, in grado di svelare tutti i segreti dei luoghi sui quali, altrimenti, poserei uno sguardo distratto, senza riuscire a coglierne l’essenza. Spesso penso che … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali, persone e personaggi | Lascia un commento

Spettatori silenziosi.

L’ultima volta in cui avevo visitato la Pinacoteca di Brera il “Cristo morto” del Mantegna non era visibile perché era in restauro e mi era spiaciuto non poterlo ammirare visto che è uno dei capolavori del museo milanese che mi … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

I marciapiedi di Lisbona.

Si chiama “calçada portuguesa” il marciapiede tradizionale portoghese diffuso tanto nella capitale quanto nelle altre città (ed anche nelle ex colonie). La decorazione in pietre bianche e nere lo differenzia dai selciati delle città delle altre parti del mondo, come i … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali | Lascia un commento

Futurismo e pubblicità.

In questo periodo al Must di Vimercate è allestita una mostra interessante, che resterà aperta fino al 31 marzo, dedicata a Fortunato Depero e al rapporto tra il Futurismo e la pubblicità. In genere tutti gli artisti Futuristi non disdegnavano … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Un mestiere d’altri tempi.

Non credevo ne esistessero ancora perché quello del “lustrascarpe” è proprio un mestiere antico, che ci riporta all’Italia del secondo dopoguerra, al cinema neorealista, alla Napoli sotto l’occupazione americana dove i ragazzini che lucidavano le scarpe dei soldati erano definiti … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, mondo di celluloide, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Come un balzo verso l’ignoto.

Poche cose raccontano la vocazione dei portoghesi per il mare come il “Monumento alle Scoperte” (“Padrão dos Descobrimentos” nell’idioma locale) che sorge sull’estuario del Tago a poche centinaia di metri dalla Torre di Belem. Si tratta di un monumento costruito … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento