Inguaribile ottimismo.

In piena pandemia, quando non era ancora chiaro se e quando saremmo usciti di casa, per respirare un minimo di normalità ho fatto un colpo di testa e ho prenotato due viaggi per il mese di ottobre (le vacanze estive le passerò tra la mia abitazione e la casa in montagna, rigorosamente entro i confini della mia regione).

In ottobre, invece, se tutto andrà bene farò un viaggio breve tra Lecce e Matera e uno più lungo nel deserto del Marocco (dove direi che il distanziamento sociale è assicurato).

Quindi prenderò un paio di aerei, dormirò in una camera d’albergo, mangerò in un ristorante sempre con le dovute cautele.

Si potrebbe pensare che prenotare un viaggio in queste circostanze sia un azzardo, ma la prenotazione c’è e, prima o poi, sarà possibile tornare a viaggiare in sicurezza e se non fosse ottobre, sarà novembre, o gennaio, o marzo del prossimo anno, ma prima o poi tornerò a volare.

Adesso concentriamoci tutti e cerchiamo di evitare la “seconda ondata”.

Grazie!

In volo da Berlino a Bergamo

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.