Archivi del mese: Maggio 2020

Vacanze a corto raggio.

Per noi che viviamo nella terra di Lombardia pensare alle vacanze è abbastanza problematico: ci sono nazioni che, almeno per ora, ci sbarrano i confini, ci sono regioni che vorrebbero chiederci improbabili “passaporti sanitari”, siamo sempre timorosi che i numeri … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, le mie montagne, personali | Lascia un commento

L’emozione dell’incontro.

Era da tre mesi che non vedevo mia madre che vive in una Rsa, a poche decine di metri da casa mia e, anche se l’ho sentita spesso per telefono l’impossibilità di incontrarla, dovuta logicamente alle cautele per evitare possibili … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | 1 commento

Ricordo di un uomo.

Il 28 maggio 1980 veniva assassinato Walter Tobagi, giornalista impegnato, lucido scrittore, acuto accademico, ma soprattutto una persona per bene. Aveva solo trentatré anni e io lo avevo incontrato in Università perché avevo sostenuto con lui l’esame di storia moderna … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, Milano nel cuore, personali, persone e personaggi | Lascia un commento

Difficili convivenze.

Tutte le mattine, mentre bevo il primo caffè con lo sguardo perso tra i fiori del mio balcone e cerco di programmare la giornata, arrivano con un’aria vagamente prepotente, da padroni di casa. Sono due piccioni, presumo una coppia (o … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Ofelè fa el to mesté !

Il dialetto milanese ha una serie infinita di modi di dire, ricchi di arguzia e ironia, che esprimono idee che sarebbe difficile tradurre in italiano con la stessa immediatezza e incisività: “Ofelè fa el to mesté” è una di queste, … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

Il bivio di Capaci.

Quando, arrivando dall’aeroporto di Punta Raisi, ci si avvicina a Palermo sull’autostrada A19 si passa sotto il cartello che indica l’uscita per Capaci, lì vicino c’è una grande stele che ricorda le vittime dell’attentato ed è impossibile non sentire un … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, diritti e doveri, passato (quasi) remoto, personali | 1 commento

Bisogna crederci.

Questa sera, mentre stavo sul balcone a dialogare con il “mio” merlo che per l’occasione aveva cambiato albero, penso per eludere la mia sorveglianza, lo sguardo è scivolato sulle nuvole scure e all’improvviso l’ho visto, tenue e appena accennato, l’arcobaleno. … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Domani sarebbero stati cent’anni.

Mio padre è nato il 18 maggio 1920 (proprio come San Giovanni Paolo II) e, se un male incurabile non lo avesse portato via prematuramente ventotto anni fa, domani compirebbe cent’anni e sarebbe qui, come tanti centenari, un po’ acciaccato, … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Il primo caffè.

Era dal 23 febbraio che non bevevo un caffè al bar e mi ero ripromessa di non cedere alla tentazione dell’ asporto (mi siedo al tavolino persino da Starbucks, il che è tutto dire), ma dopo centinaia di caffè fatti … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, il piacere del cibo, personali | 2 commenti

Un anno in più per Parma.

Parma, una delle città più eleganti e vivibili d’Italia, patria di una gastronomia d’eccellenza, Parma dove aleggia ancora lo spirito di Maria Luigia, Parma capitale della musica e del bel canto, ricca di monumenti di grande bellezza e valore storico … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, impara l'arte, personali | 1 commento