Ben allineati, in fila per due.

Questo inizio di anno scolastico è stato contrassegnato dalle notizie contrastanti apparse sulla stampa, sulla norma che imporrebbe ai genitori (o a chi ne fa le veci, come si diceva una volta) di recarsi presso l’uscita della scuola per accompagnare a casa i figli minori di quattordici anni.

Le notizie hanno sollevato non poche discussioni sulla maturità dei ragazzi, sulla necessità della sicurezza, sull’autonomia dei minori, sulla difficoltà per i genitori (o i nonni) di trovarsi contemporaneamente sul luogo di lavoro e ai cancelli della scuola.

Anche nelle scuole il dibattito è stato imponente soprattutto su cosa vada considerato “uscita” dell’istituto: per esempio nel nostro caso l’uscita è la porta dell’atrio o il cancello in fondo al giardino.

Dove dobbiamo accompagnare i ragazzi? Dove finisce la nostra responsabilità di adulti?

E così oggi, visto che avevo l’ultima ora, ho deciso di giocare un po’ e ho chiesto ai ragazzi di terza di uscire dall’istituto e di attraversare il giardino  in fila per due.

I ragazzi, come è logico, sono stati al gioco e hanno camminato in fila, alcuni tenendosi persino per mano, con i loro zainetti sulle spalle, con i loro carrellini ben allineati, serissimi e compunti,  tra gli sguardi perplessi degli altri studenti.

Poi qualcuno è tornato sui suoi passi per riprendere la bicicletta dalla rastrelliera.

Quando fanno così li adoro.

Cavenago autunno

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.