Non solo buono.

La tradizione popolare lo ha definito il “Papa buono” perchè il sorriso aperto, le parole semplici, i gesti ricchi di tenerezza hanno contribuito in qualche modo a costruire un’immagine che ha messo in ombra un altro importante aspetto del suo pontificato: la determinazione e il coraggio che lo hanno portato a indire il Concilio .

Sicuramente era un uomo buono, ma non solo, era un uomo forte, nonostante l’età e la debolezza del fisico, era un uomo coraggioso, era un uomo capace di gesti rivoluzionari come celebrare la messa di Santo Stefano nel carcere di Regina Coeli mettendo il proprio cuore accanto al cuore dei carcerati.

Era un uomo di grande e profonda interiorità, un teologo capace di incantare il mondo con il “Discorso della Luna” e con la carezza portata ai bambini, la carezza del Papa.

E’ passato mezzo secolo, ma tanti ancora lo amano e lo ricordano.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, personali, persone e personaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.