Mancanze.

Nella mia storia di lettrice ci sono libri che ho amato particolarmente e ho letto e riletto tante di quelle volte da renderli praticamente inutilizzabili.

Tra questi uno è “Il nome della rosa” il giallo storico dove i personaggi vengono assassinati con la feroce regolarità di un romanzo di Agatha Christie, mentre il detective è lo splendido Guglielmo da Bskerville (…da Baskerville! appunto), uno Scherlock Holmes in abiti monastici, acuto e intelligente, ma anche ironico e compiaciuto della propria capacità deduttiva.

Ma “Il nome della rosa” non è solo questo,  è anche una enorme biblioteca, come quella dell’abazia che brucerà alla fine della storia, in cui echeggiano citazioni e suggestioni di altri libri, che si susseguono e dialogano fra loro,  che appaiono via via più nitide ad ogni nuova rilettura, quando la suspense lascia il posto al piacere dell’intelletto.

Un altro romanzo che ho amato tantissimo è “Il buio oltre la siepe“,  la narrazione di una vicenda di razzismo e pregiudizio, ambientata a Maycomb, una sonnolenta ed immaginaria cittadina di una altrettanto sonnolenta e conformista contea dell’Alabama, narrata con la voce attenta di una bambina, Scout, che proprio nello svolgimento del racconto si affaccia al modo degli adulti e impara a comprendere i meccanismi.

Che nello stesso giorno siano mancati Harper Lee e Umberto Eco mi lascia un incredibile senso di vuoto.

Sacra di San Michele

 

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, in biblioteca, personali, persone e personaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.