Liberty.

Nei primi anni del ‘900 si afferma questo nuovo stile che,  prendendo spunto dall’estetica delle “Arts and Crafts”, aveva posto l’accento sulla libera creazione dell’artigiano come possibile alternativa alla meccanizzazione e alla produzione di  oggetti in serie di dubbio valore estetico e di scarsa qualità.

In architettura gli artisti prediligono la Natura come fonte di ispirazione, ma la reinterpretano stilizzando le forme, ripetendole in una profusione di linee curve estremamente eleganti e, per certi versi, avvolgenti come le spire di un serpente.

Ieri, al cospetto dell’edificio delle Terme Berzieri a Salsomaggiore, ho ritrovato molti elementi dello stile Liberty, uniti ad altri di ispirazione orientale e a riminiscenze della “Secessione Viennese” e di Gustav Klimt.

La facciata è un trionfo di marmi e maioliche, dove si rincorrono decorazioni geometriche, figure zoomorfe e intrecci vegetali, tanto ricca da sembrare persino “troppo” ricca, ma capace di affascinare lo sguardo catturato dalle immagini quasi in modo ipnotico.

Si resta a bocca aperta davanti a questo edificio e non si può fare a meno di passare in rassegna le figure sinuose e colorate e di ammirare la perizia degli artisti che hanno operato per creare un’opera unica.

Salsomaggiore

Salsomaggiore

Salsomaggiore

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, impara l'arte, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.