Cassetto svuotato.

Oggi ho svuotato il “mio” cassetto (in realtà “i miei cassetti”) in aula professori, visto che, sono ufficialmente in servizio solo fino a domani e da sabato prossimo comincerà la mia nuova vita.

E’ stato come partecipare ad uno scavo archeologico, addentrandomi nelle stratificazioni prodotte da anni e anni di lavoro.

Oltre ai libri, recenti o meno, sono affiorati documenti ventennali, “brutte copie” di temi scritte dalla grafia incerta di adolescenti che, oggi, sono padri di famiglia), oggetti contundenti o taglienti sequestrati nel corso degli anni (… e mai richiesti dai genitori forse inconsapevoli delle armi improprie presenti negli zainetti dei pargoli), bigliettini affettuosi, fotografie, floppy disk (decisamente vintage) e altre amenità che avevo dimenticato.

Svuotare il mio cassetto è stato come ripercorrere gli ultimi decenni e mi è servito per chiudere definitivamente una porta…

… per aprirne un’altra.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.