Quando la storia ci sfiora.

I  ragazzi spesso si lasciano affascinare dalla storia, quando la storia balza fuori dalle pagine un po’ noiose dei libri di testo e diventa vita quotidiana, ma non sempre è facile mostrare la magia del passato quando il passato è molto remoto e gli avvenimenti sembrano perdersi nelle brume in bilico tra verità e leggenda.

Ma quando, come in questi giorni, il libro ci racconta avvenimenti che ci sfiorano e i testimoni dei fatti sono ancora viventi l’attenzione dei ragazzi si fa più viva.

Mostro le fotografie di mio padre, giovane soldato in Libia, mentre una mia allieva realizza che il padre di suo nonno è scomparso proprio in quella ritirata di Russia di cui parla il libro e di colpo la storia esce dai libri e diventa più concreta, più vera, non ha più i connotati del mito ma è qualcosa che ha toccato in tempi relativamente recenti persino le loro famiglie.

C’è attenzione nei loro sguardi e c’è stupore, quasi una nuova consapevolezza.

DERNA

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, passato (quasi) remoto. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.