Archivi categoria: così è la vita

Potsdamer Platz.

Era il cuore di Berlino alla fine del XIX secolo, crocevia delle strade commerciali che percorrevano la nuova capitale e conobbe il massimo splendore negli anni ’20 e ’30 quando, intorno alla piazza, sorsero teatri, negozi, luoghi di potere e … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Tränenpalast.

Ai tempi della divisione, ai tempi del muro questo edificio era soprannominato “palazzo delle lacrime” ed era il posto di frontiera (un po’ meno celebre del Checkpoint Charlie) tra le due Berlino. L’edificio, collocato accanto alla stazione di Friedrichstraße, era … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, diritti e doveri, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Denkmal für die ermordeten Juden Europas.

Il “Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa” sorge a Berlino a pochi metri dalla Porta di Brandeburgo e vicinissimo al luogo dove sorgeva il bunker di Hitler, proprio sul terreno occupato dal palazzo e dalle proprietà di Goebbels . Il … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Ostalgie.

“Ostalgie” è una parola entrata nei primi anni ’90 nel vocabolario tedesco per indicare un sentimento di nostalgia nei confronti della scomparsa DDR. Forse è proprio l’ostalgie, o forse è il desiderio di riscoprire un passato così vicino e pure … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Nel cielo sopra Berlino.

Va bene, lo ammetto, è una cosa “da turisti”, ma non ho saputo resistere alla tentazione di salire sulla Fernsehturm, la mitica Torre della Televisione, visibile da tutta la città che, con i suoi 368 metri e rotti di altezza … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Berlino.

Fino agli anni ottanta, quando la città era ancora divisa dal muro, sono andata spesso a Berlino poi, per tanto tempo, non sono più tornata anche perchè i miei amici, che vivevano nella parte orientale della città, potevano finalmente viaggiare … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Istinto materno.

Ieri, per sfuggire un po’ al caldo quasi insopportabile, ho deciso di fare una passeggiata lungo l’Adda, tra Imbersago e Brivio, percorrendo l’alzaia a tratti ombrosa e ventilata. E’ stato piacevole camminare lungo il fiume, osservando gli uccelli che ne … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali | Lascia un commento

Il selfie del degrado.

” T’invidio turista che arrivi t’imbevi de fori e de scavi poi tutto d’un colpo te trovi fontana de Trevi ch’e tutta pe’ te….” Cantava Renato Rascel immaginando lo stupore del turista che, sbucando da una via laterale, si trova davanti l’incanto … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, ecco perché mi lamento, personali | Lascia un commento

Rompere il silenzio.

Per molti giorni non ho scritto neppure una parola perché sono stata a guardare, perché volevo capire, perché non amo scrivere in preda alle emozioni, ma preferisco fare chiarezza dentro di me. Ho seguito la vicenda della Sea-Watch, l’agonia dei … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, diritti e doveri, parliamo di donne, personali | Lascia un commento

Migrantour.

E’ un’esperienza molto particolare percorrere le vie della mia città, della città che conosco ed amo, accompagnata da una guida molto particolare, un ragazzo poco più che ventenne arrivato qui dal Mali, ma è un’esperienza affascinante perchè consente di guardare … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento