Archivi categoria: personali

Mamma Lingua.

“Mamma Lingua” è un progetto che si prefigge lo scopo di ampliare il patrimonio librario nei presidi e nei punti di lettura NPL (Nati per Leggere) allargandolo anche a opere in lingue diverse dall’italiano. I libri indirizzati prevalentemente a bambini … Continua a leggere

Pubblicato in in biblioteca, personali | Lascia un commento

Una settimana impegnativa.

Sono un po’ stanca, oggi, dopo una settimana passata a fare cose che adoro, ma che hanno richiesto impegno, ma si tratta di una stanchezza “buona”, di una stanchezza solo fisica (perché l’anagrafe è quella che è), mentre lo spirito … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, in biblioteca, mondo di celluloide, personali | Lascia un commento

Le prime forsizie.

Sono già spuntate, un po’ timorose e spelacchiate, sull’arbusto in giardino, circondate da un tappeto di viole, le primissime viole, svegliate dai primi tepori di marzo. Le forsizie, con il loro colore giallo acceso, sono allegre e mettono allegria perché … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Maschere.

“Semel in anno licet insanire”, una volta all’anno è permesso impazzire, uscire da se stessi e da una quotidianità fatta di doveri, magari grigia e sempre uguale. Uscire da se stessi, diventare qualcosa di diverso, di sconosciuto in un dato … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali | Lascia un commento

Pausa urbana.

Nel mese di febbraio, a Milano, è stato inaugurato un nuovo spazio, proprio davanti al cimitero Monumentale, uno spazio dove sostare per una breve pausa staccandosi per poco dal caos della città. Ci sono le panchine, c’è una fontana a … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

Le parole magiche.

Ci sono parole che non costano nulla, che non si fa fatica a pronunciare, che non richiedono un grande impegno, che non cambiano il mondo, ma lo rendono un luogo più piacevole. Un tempo erano sulla bocca di tutti, i … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Una giornata in autobus.

Da ragazza ho passato molte ore della mia vita sugli autobus tra rumori assordanti, puzza di carburante, spifferi gelidi in inverno e afa insopportabile in estate, orde di studenti ammassati in uno spazio ristrettissimo a sfidare bellamente la legge dell’impenetrabilità … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Il primo rumore del mattino.

I miei risvegli, soprattutto da quando sono in pensione, sono abbastanza soft infatti non c’è più il cicalino stridulo della sveglia che mi strappa dal sonno e gli altri rumori, i suoni del paese che si avvia verso una nuova … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Effimero.

Effimero è il piccolo capolavoro che nasce dai gessetti e dalle mani sapienti di un “madonnaro”, effimero perché basta una pioggia leggera, una bava di vento, un passante distratto per cancellarlo, eppure, pur nella sua precarietà, mi incanta, come mi … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Non so disegnare.

Fin da quando ero piccola sono sempre stata consapevole di avere dentro di me un mondo di immagini e un desiderio incredibile di esprimerle sulla carta, ma purtroppo i risultati, tutte le volte che mi sono cimentata nel disegno, sono … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento