Archivi categoria: impara l’arte

Effimero.

Effimero è il piccolo capolavoro che nasce dai gessetti e dalle mani sapienti di un “madonnaro”, effimero perché basta una pioggia leggera, una bava di vento, un passante distratto per cancellarlo, eppure, pur nella sua precarietà, mi incanta, come mi … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Non so disegnare.

Fin da quando ero piccola sono sempre stata consapevole di avere dentro di me un mondo di immagini e un desiderio incredibile di esprimerle sulla carta, ma purtroppo i risultati, tutte le volte che mi sono cimentata nel disegno, sono … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Metti una sera al museo.

Ieri sera il Museo Poldi Pezzoli ha organizzato, in collaborazione con “Abbonamento Musei Lombardia”, una visita straordinaria alla mostra “Romanticismo” (in fondo si trattava di San Valentino) seguita da un aperitivo. In attesa di accedere al Museo abbiamo passeggiato per … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, impara l'arte, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

Pensionate d’assalto.

Raggiunto l’agognato traguardo della pensione, dopo un primo momento di straniamento, si comincia a capire che è il caso di organizzare il tempo a disposizione che, all’improvviso, si dilata e sembra quasi rallentare. Ci si sveglia un po’ più tardi, … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

Spettatori silenziosi.

L’ultima volta in cui avevo visitato la Pinacoteca di Brera il “Cristo morto” del Mantegna non era visibile perché era in restauro e mi era spiaciuto non poterlo ammirare visto che è uno dei capolavori del museo milanese che mi … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

Futurismo e pubblicità.

In questo periodo al Must di Vimercate è allestita una mostra interessante, che resterà aperta fino al 31 marzo, dedicata a Fortunato Depero e al rapporto tra il Futurismo e la pubblicità. In genere tutti gli artisti Futuristi non disdegnavano … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Come un balzo verso l’ignoto.

Poche cose raccontano la vocazione dei portoghesi per il mare come il “Monumento alle Scoperte” (“Padrão dos Descobrimentos” nell’idioma locale) che sorge sull’estuario del Tago a poche centinaia di metri dalla Torre di Belem. Si tratta di un monumento costruito … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

L’arte intorno.

Capita in queste giornate di grandi abbuffate di sentire la necessità di una passeggiata soprattutto per smaltire le libagioni e le calorie interiorizzate. Capita anche che, ogni tanto, la foschia si diradi e il sole sembri improvvisamente più tiepido e … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, impara l'arte, personali | Lascia un commento

Il Museo Bagatti Valsecchi.

La casa si trova proprio nel Quadrilatero della Moda, a pochi passi dalle vetrine lussuose di via Monte Napoleone e, vista da fuori, è un edificio elegante ed austero che non lascia neppure lontanamente immaginare il fasto delle stanze del … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, impara l'arte, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Un regalo per i milanesi (… e non).

Da undici anni a questa parte, poco prima della festa di Sant’Ambrogio, Palazzo Marino ospita un capolavoro, proveniente da musei e collezioni prestigiose, che resta esposto nella Sala Alessi dall’inizio di dicembre fino alla metà di gennaio e può essere … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, impara l'arte, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento