Ricordo di un uomo.

Il 28 maggio 1980 veniva assassinato Walter Tobagi, giornalista impegnato, lucido scrittore, acuto accademico, ma soprattutto una persona per bene.

Aveva solo trentatré anni e io lo avevo incontrato in Università perché avevo sostenuto con lui l’esame di storia moderna (ricordo vagamente il corso su Lutero e Calvino e le implicazioni della Riforma nell’economia europea).

Per me era un insegnante di quelli che non fai fatica a seguire, una persona molto umana e accogliente durante l’esame, un uomo simpatico con cui non era difficile relazionarsi.

Ricordo la camera ardente, lo sconcerto e il dolore di quanti, anche se come me per poco, lo avevano incontrato, l’atmosfera “di piombo” di quegli anni nei quali, in città e in Università si viveva una tensione che ora è difficile comprendere e persino ricordare.

Scriveva: “Il passato è passato, ma il presente, da cui dipende strettamente il futuro, non può essere ignorato. Quest’ignoranza rappresenta un vero pericolo.

Milano - Centro

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, Milano nel cuore, personali, persone e personaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.