Insofferenza.

Diciamoci la verità, questa forzata immobilità mi va un po’ stretta soprattutto ora che è iniziato il mese di marzo visto che, qualche tempo fa, avevamo pensato, con le amiche con cui condivido le scorribande del mercoledì, di fare un breve viaggio a Colonia proprio in questo mese.

Ora l’idea di viaggiare, con i controlli negli aeroporti, con le frontiere chiuse per noi che veniamo da questa parte di mondo, con la preoccupazione (neanche tanto infondata) di partire sani e ritrovarsi malati lontano da casa, sembra addirittura impensabile.

Allora mi consolo progettando i viaggi che vorrei fare, i viaggi che farò quando la bufera sarà solo un ricordo, studio i percorsi nel deserto del Marocco, mi riempio gli occhi con le placide immagini del canale di Kiel, mi faccio una cultura sulle cittadine della Baviera (e intanto studio un po’ di tedesco, visto che sono abbastanza arrugginita).

So che in questo momento dovrei avere preoccupazioni più serie, ma sognare la normalità aiuta e, per me, la normalità è una valigia pronta, una carta d’imbarco e il mondo ancora tutto da scoprire.

Polonia - Torun

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.