Il “Toti”

Sembra ieri eppure sono passati già quasi 15 anni da quando il sottomarino “Enrico Toti” ha percorso le vie di Milano per trovare la sua definitiva dimora nel cortile del “Museo della Scienza e Tecnologia – Leonardo da Vinci”, dove finalmente può riposare tra la curiosità e l’ammirazione dei visitatori.

Visitare il “Toti” è un’esperienza unica, innanzitutto per le dimensioni anguste degli ambienti dove, comunque, trova spazio tutto ciò che serve per navigare, per vivere a bordo e, se necessario, per ingaggiare un combattimento.

La visita parte dalla sala motori per proseguire lungo uno stretto corridoio dove si trova un minuscolo bagno, la zona del marconista e il sonar.

Si arriva poi alla plancia di comando, dove si può dare un’occhiata attraverso il periscopio, e si prosegue fino ai tubi di lancio dei siluri passando accanto alle cuccette (a scomparsa) che possono lasciare lo spazio ai tavoli e agli sgabelli dove il personale non in servizio poteva trascorrere il tempo riposando o concedendosi una partita a carte.

Il sottomarino poteva imbarcare ventisei uomini di equipaggio e, francamente, questo mi pare l’aspetto più sorprendente visto che noi visitatori, pur essendo solo sette, continuavamo ad intralciarci e a tirare sonore testate contro i soffitti bassissimi dei passaggi tra un ambiente e l’altro.

Milano - Il Toti al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia "Leonardo da Vinci"

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, Milano nel cuore, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.