Una casa museo.

Sono appena tornata da un breve viaggio in Romania dove ho trascorso le vacanze di Capodanno ospite di amici carissimi ad Oradea e sono stati giorni felici durante i quali abbiamo passeggiato insieme, abbiamo parlato, abbiamo festeggiato in piazza l’inizio del nuovo anno, abbiamo ravvivato un’amicizia che dura ormai da tanti anni.

L’ultimo giorno, prima di partire, la mia amica mi ha fatto un regalo splendido ed assolutamente inaspettato: mi ha accompagnata a casa di un suo anziano collega che, nei lunghi anni della sua vita, ha collezionato un’infinità di oggetti di uso quotidiano, con i quali ha letteralmente coperto le pareti della casa in cui vive ( oltre a diversi ambienti in uno spazio offertogli dalla parrocchia).

L’anziano signore ci ha accolto con gioia ed una punta di orgoglio in quella che, a buon diritto, può essere definita una casa museo, un appartamento all’ultimo piano di un edificio in puro stile sovietico.

Sulle pareti si allineano, in un disordine solo apparente, ma molto armonioso, orologi, utensili da lavoro, pipe, icone, oggetti recenti e antichi, umili o preziosi ed ogni oggetto ha una storia affascinante che il nostro ospite ci ha raccontato rigorosamente in lingua ungherese (idioma che, per fortuna, la mia amica sa comprendere e tradurre alla perfezione).

Sarei stata per delle ore ad ascoltare le sue storie, ma purtroppo mi attendeva il volo di ritorno, ma mi sono ripromessa di tornare perché tanta passione deve essere conservata e tramandata, perché la memoria, veicolata da tanti oggetti collezionati in una vita, è un bene prezioso che non può andare perduto.

Orqadea - Casa Museo
Orqadea - Casa Museo

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.