La gioia del dono.

In questo periodo, al Museo Diocesano di Milano, c’è una mostra dedicata al dipinto “L’adorazione dei Magi” di Artemisia Gentileschi, l’opera che è parte di un ciclo commissionato dal vescovo di Pozzuoli fu eseguita dall’artista fra il 1635 e il 1637, anno della sua partenza per l’Inghilterra.

Il dipinto rappresentò per la pittrice la prima importante commissione pubblica e la consacrazione della sua arte che rielabora la lezione caravaggesca sia nella composizione, sia nel contrasto fra luci e ombre.

La Vergine, che ha le sembianze di una donna del popolo, è rappresentata con grande dignità mentre porge il Bambino all’omaggio dei Magi come se fosse un dono.

Il dipinto è un’opera di grande “verità” che coinvolge anche grazie agli atteggiamenti dei personaggi ritratti, in particolare del Magio in primo piano che si inchina per baciare i piedini del bambino e, intanto, lo guarda con uno sguardo che è, al tempo stesso, di stupore e di gioiosa riconoscenza, la riconoscenza di chi sta per ricevere un dono di inestimabile valore e lo stupore di chi, dopo tanto cercare, dopo tanto vagare dietro ad una stella, trova un bambino che non è solo un bambino, ma ė la speranza e la salvezza del mondo.

In quello sguardo c’è un universo di sentimenti.

Milano - Museo Diocesano - Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi
Milano - Museo Diocesano - Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.