La luce dei secoli bui.

Forse per colpa del Petrarca, che metteva questo periodo in contrapposizione con la luce abbagliante della cultura greco-romana, siamo portati a considerare gli anni dell’Alto Medioevo come un tempo oscuro, caratterizzato da razzie e violenze, segnato da una generale decadenza culturale e morale, come se il cammino dell’umanità avesse subito un rallentamento.

Eppure, visitando il Museo Archeologico di Milano, ci si imbatte, nelle sale dedicate all’Alto Medioevo, in oggetti di rara bellezza, in gioielli che rivelano una perizia e una raffinatezza insospettabili.

Mi sono incantata alla vista di fibule, anelli, bracciali e orecchini realizzati con la tecnica del “cloisonnè”, oggetti antichi che potrebbero far bella mostra di sé anche nella modernissima vetrina di una gioielleria del centro.

Evidentemente il buio di quei secoli è attraversato da lampi di luce, da una cultura e conoscenze che, attraverso il tempo, sono giunti fino a noi e hanno contribuito anch’esse a costruire quello che siamo.

Milano - Museo archeologico

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.