Sotto l’ombra del Moro

Nell’ambito delle celebrazioni per ricordare il quinto centenario della morte di Leonardo, dopo sei anni di accurati lavori di restauro, riapre (solo per pochi mesi) la “Sala delle Asse” al Castello Sforzesco di Milano.

L’ambiente, che prende il nome dalle assi di legno che ne coprivano le pareti, presenta una decorazione della volta elaboratissima che imita la natura, con un sorprendente effetto trompe-l’oeil, in un intreccio di rami, foglie e stemmi che lasciano intravvedere il cielo,

Sulle pareti sono apparsi tronchi nodosi e radici che si insinuano fra le rocce e abbozzi di paesaggi straordinariamente moderni in “monocromo” che è la tecnica usata per i disegni preparatori che ci raccontano di una decorazione ricca e immersiva, in continuità con il paesaggio circostante.

Si resta a bocca aperta davanti alla complessità dell’opera che è esaltata da una suggestiva istallazione multimediale proiettata sulla volta e sulle pareti che permette di leggere le linee compositive dell’opera e di scoprire il contesto storico culturale in cui è stata creata.

Fuori, nel cortile, un pergolato in legno su cui si arrampicano i rami di sedici gelsi ripropone, dal vivo, l’immagine che ha ispirato Leonardo.

Assolutamente da non perdere.

Milano - Castello Sforzesco - Sala delle Asse
Milano - Castello Sforzesco - Sala delle Asse

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, impara l'arte, Milano nel cuore, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.