Gli asparagi rosa di Mezzago.

Ogni anno, nel mese di maggio, si celebra a Mezzago la “Sagra dell’asparago rosa” giunta quest’anno alla cinquantanovesima edizione: si tratta di un’occasione per fare festa intorno a questo pregiato prodotto della terra che vanta la “Denominazione Comunale di Origine” (De. Co.).

A differenza di tutto il resto d’Italia, dove si producono turioni bianchi o verdi, gli asparagi di Mezzago hanno la cima rosata anche grazie alle particolari caratteristiche del terreno argilloso con la presenza di minerali ferrosi.

La coltivazione risale agli inizi del ‘900 quando, secondo la tradizione, un certo Muschén portò i semi dell’asparago dall’America celati in una canna di bambù, un po’ come il fuoco celato nel bastone cavo da Prometeo o le uova del baco da seta portate furtivamente dalla Cina all’interno del bastone di un missionario, logicamente si tratta di una leggenda che ci racconta però quanto questo ortaggio fosse considerato prezioso.

Al di là della storia e della tradizione sta di fatto che gli asparagi di Mezzago sono veramente deliziosi ed è un piacere ritrovarsi ogni anno nel salone di Palazzo Archinti per assaggiarli nel risotto, nelle lasagne o nel più classico dei modi, accompagnati da due uova al tegamino e da una spolverata di parmigiano.

Mezzago - Asparagi e uova
Mezzago - Sagra dell'asparago

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, il piacere del cibo, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.