Come si cambia.

Fino ad un anno quando ancor insegnavo (… e mi pare che sia passato un secolo) mi pareva naturale accompagnare i miei ragazzi nei musei e a visitare monumenti e parchi, cercavo di tenerli uniti e possibilmente attenti alle spiegazioni, ero rassegnata all’inevitabile rumore prodotto da venticinque adolescenti in movimento e mi infastidiva un po’ il fastidio che leggevo negli occhi degli altri visitatori che si imbattevano nel gruppo.

Pensavo “in fondo sono ragazzi” ed è abbastanza normale che dei ragazzi siano confusionari e rumorosi e distratti e chiacchierino e ridano persino al cospetto del Cenacolo di Leonardo.

Poi sono andata in pensione ed ho perso il rapporto quotidiano con i ragazzi.

Così, due giorni fa, mentre visitavo il Museo Teatrale della Scala, mi sono imbattuta in un gruppo di studenti che si trascinavano per le sale un po’ annoiati e che si sono animati solo quando sono entrati in alcuni dei palchi che si affacciano sulla sala dove, repentinamente, si sono impegnati nello scattarsi dei selfie senza quasi degnare di uno sguardo l’ambiente che li circondava, imponente ed elegante al tempo stesso.

All’improvviso ho compreso il fastidio negli occhi dei visitatori che si imbattevano nei miei ragazzi e ho compreso quanto velocemente si può cambiare quando mutano le situazioni.

Milano - Museo Teatrale della Scala

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, i giorni della scuola, Milano nel cuore, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.