Archivi del mese: Gennaio 2019

Un mestiere d’altri tempi.

Non credevo ne esistessero ancora perché quello del “lustrascarpe” è proprio un mestiere antico, che ci riporta all’Italia del secondo dopoguerra, al cinema neorealista, alla Napoli sotto l’occupazione americana dove i ragazzini che lucidavano le scarpe dei soldati erano definiti … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, mondo di celluloide, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Come un balzo verso l’ignoto.

Poche cose raccontano la vocazione dei portoghesi per il mare come il “Monumento alle Scoperte” (“Padrão dos Descobrimentos” nell’idioma locale) che sorge sull’estuario del Tago a poche centinaia di metri dalla Torre di Belem. Si tratta di un monumento costruito … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

La paura del carbone.

“Se ti comporti male la Befana ti porta il carbone” era la minaccia, neanche tanto velata, che incombeva come una spada di Damocle sulla mia testa di bambina e che mi metteva sempre un po’ di inquietudine. Alla mattina dell’Epifania … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Il tram numero 28.

Lisbona è una città costruita su sette colli (dove ho già sentito questa espressione?) che le danno un aspetto molto scosceso e si affaccia sul Tago che la fa sembrare una città di mare, anche se mare non è. E’ … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, personali | Lascia un commento

La scala di Hogwarts

Nel centro storico di Porto si trova una libreria, probabilmente tra le più belle del mondo, costruita nel 1869 dall’architetto Francisco Xavier Esteves, che è meta di moltissimi visitatori attirati non solo dalla bellezza del grande salone dai soffitti decorati o … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, in biblioteca, personali | Lascia un commento

Cabo da Roca

Fa impressione trovarsi lì, davanti all’Oceano, con tutto quel mare di fronte e tutto il continente alle spalle: Cabo da Roca è il punto più occidentale d’Europa, un promontorio battuto dal vento, tra cielo e mare, spettacolare non tanto per … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, personali | Lascia un commento