Un mestiere d’altri tempi.

Non credevo ne esistessero ancora perché quello del “lustrascarpe” è proprio un mestiere antico, che ci riporta all’Italia del secondo dopoguerra, al cinema neorealista, alla Napoli sotto l’occupazione americana dove i ragazzini che lucidavano le scarpe dei soldati erano definiti sciuscià (deformazione dialettale del termine shoeshine) ed erano immortalati dal genio di Vittorio De Sica.

Credevo che non ne esistessero più ed è per questo motivo che ho provato grande stupore nell’incontrare un lustrascarpe in una piazza di Lisbona e non ho potuto fare a meno di scattare una foto che sembra rappresentare una realtà d’altri tempi anche se l’aspetto delle persone e delle strade è decisamente contemporaneo.

Lisbona è così, una città Europea, una città moderna che sa regalare ancora squarci di passato.

Lisbona (Portogallo)

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, mondo di celluloide, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.