Stille Nacht, heilige Nacht.

E’ una delle canzoni natalizie più famose (dalle nostre parti nota col titolo “Astro del Ciel”) che fu eseguita per la prima volta la vigilia di Natale del 1818, proprio duecento anni fa, nella chiesa di San Nicola a Oberndorf, vicino a Salisburgo.

Il canto evoca tutta la magia di una notte silenziosa, di una notte santa in cui tutto è pace, solo una coppia veglia accanto ad un bambino ricciuto che dorme sulla paglia della mangiatoia.

La musica ricorda una dolcissima ninna nanna che possiamo facilmente immaginare sussurrata da Maria per tranquillizzare il Bambino forse turbato nel suo placido sonno dal canto degli angeli e dall’accorrere festoso e stupito dei pastori.

Quando, nella notte di Natale, sento l’organo accennare le prime note che si librano purissime nell’aria greve di incenso, mi sento invadere da una dolcezza struggente che mi riporta alla mente tante notti simili e la magia e il mistero della nascita e la tenerezza della mano di mio padre che stringe la mia.

Milano  - Natale 2016

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, e adesso musica, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.