Gli angeli intorno a noi.

Quando ero bambina il mio angelo custode deve aver rischiato più di una volta l’esaurimento nervoso, perchè ero vivacissima, mi arrampicavo sugli alberi, correvo a perdifiato inciampando spesso (le cicatrici sulle mie ginocchia ne sono una prova tangibile), mi mettevo sempre nei guai e, tutto sommato, non mi è mai successo niente di grave o, per lo meno, non sono mai finita in pronto soccorso, segno evidente che il mio angelo custode ha dovuto fare gli straordinari.

Mia madre, nelle preghiere della sera, mi rammentava sempre di ringraziarlo.

Poi sono cresciuta, ma ho sempre avuto un angelo vicino a me ed era mio padre (che guarda caso si chiamava Angelo), un angelo attento, ma discreto, un po’ defilato, ma sempre presente, un angelo capace di tenermi per mano e di lasciarmi libera di sbagliare.

Ormai da tanto tempo non è più visibilmente con me, ma lo sento vicino, con la sua tenera presenza, con il suo sorriso luminoso, con il suo amore incondizionato.

Bergamo - Lorenzo Lotto - Pala con Madonna e Santi nella chiesa di S. Bernardino-

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.