Archivi del mese: Ottobre 2018

Allegria d’autunno.

A dispetto delle giornate sempre più corte, a dispetto della nebbiolina che alla mattina penetra nelle ossa come un lungo brivido l’autunno è una stagione che mi mette allegria perché è un periodo dell’anno profumato e colorato come se  la … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Tempo di caldarroste.

Tra le mie montagne, anche se la stagione non sembra ancora quella giusta, è ormai tempo di castagne ed è tempo di festa. Durante il week end le vie del paese si animano di bancarelle, di profumi intensi di cibi … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, le mie montagne, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

La politica del dileggio, il dileggio della politica.

Non mi piace la politica che assomiglia al tifo da stadio, quella che genera le fake news, quella che si riduce ad attacchi personali (sui difetti fisici veri o presunti, sui problemi familiari, sugli errori e sulle gaffes o sui … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, diritti e doveri, personali | Lascia un commento

Odio gli ombrelli.

In realtà “odiare” è una parola grossa, comunque è indubbio che gli ombrelli non mi piacciono e cerco di usarli il meno possibile. Se pioviggina l’ombrello, tutto sommato,  è un inutile ingombro che mi impaccia i movimenti, se invece diluvia … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Il quadro e la cornice

Quarantun anni fa, quando due ragazzi decidevano di sposarsi, non si affidavano ad un “wedding planner”, ma si preoccupavano personalmente (nei ritagli di tempo tra scuola e lavoro) di date, prenotazioni, fiori, abiti, confetti e bomboniere, non cercavano una “location”, … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | 3 commenti

Ricordando il Vajont.

La sera del 9 ottobre 1963 una frana di 270 milioni m³ di roccia si staccava dal monte Toc e precipitava nel bacino artificiale sottostante sollevando un’onda alta più di duecentocinquanta metri di altezza che colpiva gli abitati di Erto e … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, diritti e doveri, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

In drogheria.

Quando ero bambina e abitavo a Milano vivevo in un quartiere, l’Isola, dove c’erano tanti negozi (quelli che ora non ci sono più, soppiantati nel tempo dai centri commerciali) e fare la spesa era forse un po’ lento, ma divertente. … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Vedere con le parole.

Mi piace portare a spasso mia madre in giornate come quella di oggi, con il paese invaso dai suoni e dai profumi della festa e il sole ancora caldo che sfiora la pelle. Mia madre non può vedere le persone, … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Non servono tante parole.

Quando una persona per bene, un galantuomo, se ne va lascia un grande vuoto tra coloro che lo conoscevano e avevano imparato a volergli bene, perchè in fondo è facile voler bene a una persona che ha dato tanto, che … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali, persone e personaggi | 1 commento

La diatreta Trivulzio.

La “Diatreta” è una coppa pregiata in vetro intagliato di cui si conoscono pochissimi esemplari, circa una decina sparsi in tutto il mondo, e l’unica intatta è la “Diatreta Trivulzio” conservata nel Museo Archeologico di Milano. Si tratta di un … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, impara l'arte, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento