Il pettine.

Mi piace, quando visito i musei archeologici, soffermarmi non tanto sulle lapidi o sui reperti preziosi, ma soprattutto sugli oggetti di uso quotidiano che mi sembra rivelino una disarmante verità.

In una vetrina dell’Antiquarium “Alda Levi” di Milano è conservato un pettine in osso che risale al IV – V secolo estremamente grazioso ed elegante.

Mi piace quell’oggetto, mi piace osservarlo e cercare di immaginare la donna che se ne serviva quotidianamente per acconciare i capelli, mi piace pensare che quel pettine è stato tra le sue mani tanto a lungo che, al momento della sepoltura, chi la amava ha pensato di posarlo accanto a lei perchè la accompagnasse per l’eternità.

C’è tanta vita in un oggetto così semplice proprio perchè è un pezzetto umile, ma indispensabile, della quotidianità e può contribuire a raccontarla.

Milano romana

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, Milano nel cuore, parliamo di donne, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.