L’ultima gita.

Anche se l’espressione “l’ultima gita” ha un suono un po’ sinistro, di fatto ieri sera, mentre scendevo dal pullman che ci ha riportato sani e salvi a casa dopo tre giorni nelle Marche, ho pensato che il viaggio con i miei ragazzi  è stato probabilmente l’ultimo viaggio di alcuni giorni con una terza, l’ultimo di tanti.

Anni fa il viaggio d’istruzione durava di più e le mete erano più esotiche: ho accompagnato le classi a Parigi, a Praga, a Strasburgo o in montagna a sciare, ma in seguito, anche a causa di una situazione economica sempre più precaria,  le gite sono diventate un po’ meno epiche, ma i ragazzi le vivono sempre nello stesso modo.

Per i ragazzi alzarsi a ore antelucane, condividere una camera d’albergo, gestire le finanze, rispettare gli orari, rifarsi la valigia riuscendo a farci stare tutto è già un’avventura.

Per loro, più che per noi adulti, la cosa veramente importante è il viaggio e non la meta, anche se poi riescono a farsi affascinare dai monumenti, dai paesaggi, dalle meraviglie naturali o, più semplicemente, dal mare che, soprattutto in questa stagione, ha la magia tutta particolare del vuoto e del silenzio.

Mi mancheranno questi viaggi, mi mancherà l’allegra confusione delle notti passate a fare la ronda in corridoio, mi mancheranno soprattutto loro, apprendisti viaggiatori, con uno smartphone in mano e gli occhi stupiti aperti sul mondo.

Urbino (Marche)

Senigallia (Marche)

Grotte di Frasassi - Genga (Marche)

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.