Pensare non fa male.

Ogni tanto, quando in classe mi avanza un po’ di tempo, presento ai miei ragazzi una “bufala” (immagini, testi e quant’altro pescati qua e là sui social) e li invito a smascherarla.

Di solito ci mettono pochi minuti perché, tutto sommato, sono ragazzi in gamba e, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, sono addestrati a riflettere su quello che vedono.

Mi piace che si abituino a pensare (possibilmente con la loro testa), mi piace che non si facciano influenzare da tutto ciò che trovano in rete, ma che si sforzino di andare a fondo prima di “indignarsi e condividere”.

In fondo sono stati proprio loro a segnalarmi (ribaltandosi dalle risate) il post apparso su un social nel quale si stigmatizzava l’invasione culturale da parte degli islamici con la frase “vogliono obbligarci a usare i numeri arabi”.

Sono in gamba, ma persino loro avrebbero qualche problema a risolvere calcoli con i numeri romani.

Brivio

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.