Dante era svizzero?

Anche se siamo ormai in vacanza tutte noi ci siamo portate a casa un po’ di lavoro arretrato, di verifiche da correggere, di lezioni da preparare e continuiamo a comunicare, proprio come se fossimo in aula professori, raccontandoci le ultime novità dalle nostre classi, condividendo progetti, insomma, continuando a lavorare insieme.

Ho l’impressione che le vacanze non siano mai veramente “vacanze”.

Tra i messaggi arrivati oggi ce n’era uno veramente simpatico, scritto da una collega in modalità “correzione verifica di letteratura”, che diceva più o meno così: “Lo sapevate che la Divina Commedia è divisa in tre cantoni?”.

Ovviamente la confusione tra “cantoni” e “cantiche” è una delle classiche “cantonate” dei nostri ragazzi che spesso si producono in esempi di comicità involontaria degni di uno spettacolo di cabaret.

Così come ogni tanto confondono l’Innominato con “l’innominabile”, i kamikaze con il kamasutra, per tacere dell’apostrofo posizionato arbitrariamente nel nome di Lutero.

Forse i nostri ragazzi non sono un po’ superficiali e confusionari, forse sono semplicemente geniali.

aletschgletscher bandiere

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, in biblioteca, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.