Qualcosa in comune.

Trascorriamo l’intervallo mensa in giardino, visto che c’è un po’ di sole, mi siedo sul muretto e, mentre i maschi e qualche ragazza un po’ più sportiva si impegnano in estenuanti tornet di calcio e pallavolo, tiro fuori lo smartphone e cerco un po’ di musica.

Mentre ascolto “City of star”, la canzone più orecchiabile del film “La La Land”, a  poco a poco le “mie” ragazze si siedono intorno a me, una afferra il mio telefonino e scorre i titoli delle canzoni.

Vorrei dirle che è inutile che cerchi la “sua” musica, visto e considerato che ho gusti musicali un po’ antichi, ma, mentre sto per aprire bocca lei si illumina e fa partire una delle canzoni più romantiche dello scorso millennio (quando lei non era neppure nata) e mentre si librano nell’aria le note di “My heart will go on ” di Celine Dionne, la canzone traditrice e strappalacrime del film “Titanic” le ragazze allargano le braccia mimando un improbabile Leonardo DiCaprio e una ancora più improbabile Kate Winslet.

E’ incredibile che si commuovano ascoltando una canzone del 1997, è incredibile che, nonostante tutto, abbiamo qualcosa in comune.

Milano Expo 2015

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, e adesso musica, i giorni della scuola, mondo di celluloide, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.