Ai fornelli.

Quando ho un po’ di tempo libero mi piace cucinare anche perché, sembra incredibile, ma mi piace mangiare e, possibilmente, mangiare bene.

In una giornata ventosa di pioggia  ci sono poche cose più appetitose di un piatto di pizzoccheri, ricchi di verdure e grondanti burro e salvia (… e per una volta facciamo finta che il colesterolo non sia un problema), soprattutto se il panorama fuori dalla finestra è tutto un susseguirsi di boschi e cime spruzzate di neve.

Per cucinare i pizzoccheri è indispensabile fare un giretto dal nostro fornitore ufficiale di formaggi d’alpeggio e procurarsi del Casera, o del Bitto oppure del Latteria (almeno di due stagionature diverse) e poi dedicarsi ad affettare finemente la verdura (possibilmente una bella verza).

In casa nostra c’è un rito: quando la pasta di grano saraceno e le verdure sono  cotte, dopo averle scolate ben bene, le dispongo a strati in una ciotola ampia, cospargendo ogni strato di cubetti di formaggio, di parmigiano grattugiato e di burro fuso aromatizzato con salvia e aglio, poi do una bella mescolata e porto tutto in tavola, possibilmente accompagnandolo con una bottiglia di vino rosso valtellinese, mentre si spande per tutta la sala da pranzo un profumo invitante.

Si tratta di un cibo ricco, calorico, da non consumare spesso, ma che, di tanto in tanto, è una vera delizia.

Milano - Porta Nuova

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, il piacere del cibo, le mie montagne, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.