Pulizie di (quasi) primavera.

Il portatile nuovo è sul tavolo, lustro e velocissimo anche perché inesorabilmente vuoto.

A poco a poco carico i programmi che sono abituata ad usare, le icone familiari compaiono sulla barra del desktop.

Di fianco c’è un hard disk esterno con tutti i file che da secoli ho accumulato sul vecchio portatile (andato a riposo dopo anni e anni di onorato servizio) e adesso mi tocca l’ingrato (o grato) compito di fare un po’ di ordine tra tutti quei documenti, quelle immagini, quei testi, magari solo abbozzati e lasciati lì, in attesa di tempi migliori.

Ogni file mi riporta indietro, anche di parecchi anni, ritrovo relazioni finali e piani di lavoro di classi ormai uscite dalla scuola da tanto tempo, rileggo i nomi e rivedo i volti, e sento le voci, e mi vengono in mente episodi buffi.

Ogni foto mi ricorda viaggi e momenti felici e luoghi di grande bellezza.

E’ incredibile che anche fare pulizia in un vecchio hard disk possa essere un’occasione per lasciarsi andare ai ricordi.

tasti

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in computer, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.