Notte in biblioteca.

Prendi una notte di novembre con un po’ di nebbiolina e una pioggerellina leggera, prendi un gruppo di venticinque ragazzini di seconda media e chiudili in una biblioteca, spegni le luci, spargi nelle stanze un po’ di ragnatele e qualche presenza inquietante, scegli qualche racconto giusto, di quelli che lasciano senza fiato anche in un pomeriggio di sole e otterrai una miscela esplosiva.

E’ divertente osservare i ragazzi aggirarsi un po’ intimiditi nei locali che conoscono così bene, è divertente vederli sobbalzare ad un rumore improvviso, è bello vederli ascoltare le letture a bocca aperta, solleticati dalla paura, pronti a fare una battuta o un po’ di baccano per sdrammatizzare la tensione.

La notte in biblioteca è un buon modo per avvicinare i ragazzi alla lettura, per far scoprire loro che le parole possono essere magiche, che ogni tanto spegnere televisione e cellulare può anche essere divertente.

Questa sera c’è stato un buon esempio di collaborazione tra biblioteca e scuola.

P.S.: Sentire dei ragazzini che si informano sui titoli dei racconti per poterli rileggere non ha prezzo

Cavenago - Biblioteca

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in i giorni della scuola, in biblioteca, personali. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Notte in biblioteca.

  1. Antonella scrive:

    Ancora una volta Sciura Pina si conferma un’insegnante come poche, per le sue idee, la sua disponibilità e la sua voglia di “fare imparare” anzi “fare interessare” gli alunni. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.