La quarta parete.

Oggi pomeriggio in classe abbiamo visto un film ormai vecchissimo “La storia infinita” che i miei ragazzini di prima media (o almeno la maggior parte di loro) non avevano mai visto.

La storia è affascinante e narra  del regno di Fantàsia che viene divorato dal nulla perchè gli uomini hanno rinunciato ai loro sogni, alle loro speranze che sono le sole cose capaci di alimentarlo e di farlo vivere.

Il racconto si snoda attraverso l’incontro con creature fantastiche come l’essere millenario, il maghetto che si sposta con un pipistrello insonnolito usato come un deltaplano, la lumaca da corsa, il mordiroccia e il fortuna drago e segue il giovane guerriero Atreyu nel suo lungo viaggio attraverso il grande regno minacciato dal nulla.

Il legame tra lo spettatore e la narrazione è il piccolo Bastian il quale, chiuso nella soffitta della scuola dove si è rintanato per sfuggire ad un compito in classe, legge nel libro magico la storia del giovane Atreyu e trascina con sé i piccoli spettatori e li porta, attraverso la quarta parete che si spalanca sul racconto, fino al capezzale dell’Imperatrice.

Solo alla fine i ragazzi scoprono di aver seguito Bastian e Atreyu nella loro avventura e la scoperta li riempie di stupore e comprendono che  la loro immaginazione, i loro sogni, le loro speranze sono importanti per loro e per coloro che li circondano e che i loro sogni sono uno spazio di libertà di cui nessuno potrà mai privarli.

In volo verso Roma

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, mondo di celluloide. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.