Una bella camminata.

Non c’è miglior rimedio, dopo una giornata di lavoro difficile, che concedersi qualche chilometro di buon passo in un pomeriggio tiepido, tra il fiume e gli alberi.

C’è già un sentore di primavera intorno, ci sono i fiori nuovi nuovi, i primi fiori minuscoli e colorati, ci sono le gemme sui rami spogli, l’aria è piena di cinguettii e di fruscii e c’è un tepore insolito che rinfranca e mette allegria.

Un passo dopo l’altro i piedi sembrano muoversi da soli, gli occhi possono vagare liberi e anche la mente, a poco a poco, si libera dalle preoccupazioni e i pensieri possono prendere il ritmo dei passi e del respiro e così diventano leggeri e sottili.

Camminare di buon passo è la mia libertà, è la mia terapia.

Lungo l'Adda da Concesa a Vaprio

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.