Archivi del mese: Ottobre 2014

Rompicapo.

Quelli della mia generazione credo che se lo ricordino tutti: prima che venissero alla luce i giochi elettronici uno dei passatempo più diffusi era il malefico “Gioco del Quindici” (credo che si chiamasse così). Si trattava di una tavoletta quadrata … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, passato (quasi) remoto | Lascia un commento

In metropolitana.

Ora che è tornata l’ora solare la sera scende presto, quasi inaspettata per i nostri occhi abituati alla luce: l’orologio segna un’ora ancora pomeridiana, ma le ombre si allungano nella luce un po’ spenta del tramonto. La metropolitana, all’improvviso, corre … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | Lascia un commento

Il diritto di difendersi.

Reyhaneh Jabbari è stata impiccata a Teheran; era stata condannata a morte, cinque anni fa, per aver ucciso l’uomo che aveva tentato di stuprarla, un ex agente dei servizi segreti, che l’aveva attirata nel suo appartamento con la promessa di offrirle … Continua a leggere

Pubblicato in diritti e doveri, parliamo di donne, persone e personaggi | Lascia un commento

Buio.

C’è buio fuori e dentro di me, un buio spesso, palpabile, che nessuna luce sembra poter attenuare. E’ un buio freddo e avvolgente e, per trovare conforto, mi viene quasi voglia di raggomitolarmi e chiudere gli occhi nella speranza di … Continua a leggere

Pubblicato in personali | 1 commento

Ore e minuti.

Ai nativi digitali non serve imparare a leggere un orologio (di quelli a lancette per intenderci), i nativi digitali hanno sempre a portata di mano un display con l’orario ben visibile e leggibile (in fondo si tratta solo di saper … Continua a leggere

Pubblicato in i giorni della scuola, passato (quasi) remoto | Lascia un commento

Come le foglie.

C’è vento, oggi, il cielo è terso e le chiome degli alberi, ancora adorne di foglie che non si decidono ad ingiallire in questo autunno così poco autunnale, ondeggiano frusciando percosse con violenza dalle raffiche che hanno iniziato a soffiare … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, personali | 1 commento

In classe.

Entrare in classe è una faccenda seria perché ogni giorno ho (abbiamo noi insegnanti) a che fare con una storia diversa e non può essere che così visto che una classe è composta da persone che ogni giorno si ritrovano … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, personali | Lascia un commento

Consigli di classe.

Un articolo apparso sul  Corriere critica l’abitudine delle scuole di fissare le riunioni con i genitori alle diciassette, con conseguente latitanza dei genitori lavoratori (e non), e suggerisce una soluzione che sembra l’uovo di Colombo: spostare le riunioni alle venti. … Continua a leggere

Pubblicato in diritti e doveri, i giorni della scuola | Lascia un commento

Blog action day 2014

Oggi è il “Blog Action Day 2014” dedicato alla disuguaglianza, in questa occasione migliaia di persone in tutto il mondo pubblicano, nel loro blog o sui social network, un pensiero per attirare l’attenzione su questo tema. Anch’io partecipo semplicemente con … Continua a leggere

Pubblicato in Senza Categoria | Lascia un commento

Ringraziamenti.

Un grazie di cuore va ad Armin Zoeggeler, il campione altoatesino dello slittino che, dopo una carriera costellata di successi, di medaglie in ben sei  Olimpiadi invernali da Lillehammer ’94 a Sochi 2014, di coppe del mondo ha deciso di ritirarsi. … Continua a leggere

Pubblicato in persone e personaggi | Lascia un commento