La casa.

Il nuovo televisore parla!

“Che scoperta” dirà qualcuno “i televisori hanno sempre parlato, anche quando funzionavano a valvole parlavano, magari si vedevano male, ma si facevano sentire”.

In realtà il nuovo televisore parla nel senso che ti racconta, con una voce un po’ spettrale e anonima (da navigatore per intenderci), che hai cambiato canale, che programma stai guardando e quando finirà.

Mi fa un po’ impressione, a dir la verità, tanto che ho disattivato subito la funzione, ma ho il dubbio che non sia contento, un po’ come quando decidi di non seguire le indicazioni del navigatore e lui (anzi lei) con voce seccata (almeno a me sembra così) ti incita ad invertire il senso di marcia (appena possibile).

Il televisore parlante mi ha fatto pensare, con un brivido, alla casa descritta nel racconto “Cadrà dolce la pioggia” contenuto in “Cronache Marziane” di Ray Bradbury: la casa completamente automatizzata che sopravvive, intatta, all’olocausto nucleare e continua a funzionare alla perfezione anche se non c’è più nessuno che la abiti, la casa in cui i dispositivi continuano a dialogare tra loro, la cucina continua a preparare cibi, la tavola continua ad apparecchiarsi, una voce continua a leggere la favola della buona notte e poi le luci si spengono.

Non sono contraria al progresso tecnico, ma quella voce in salotto mi inquieta appena un po’

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, in biblioteca, televisione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.