La bellezza intorno a noi.

Ieri, durante la visita del Prefetto della Provincia di Monza e della Brianza nel nostro Comune, ho provato un’emozione che provo spesso quando mi capita di illustrare il nostro municipio a qualche visitatore: l’emozione di (ri)scoprire quanto sia bello e quanto meriti di essere conosciuto da tutti.

Si tratta di una emozione e, come tutte le emozioni, ha breve durata, ma  forse vale la pena di rifletterci su.

Cavenago è un paesotto della Brianza, apparentemente senza grandi attrattive, un po’ come tanti paesi simili del circondario, eppure, nella sua “normalità” racchiude alcune gemme preziose come Palazzo Rasini (il municipio appunto) e la chiesetta di Santa Maria in Campo che, da sole, meriterebbero una visita.

Per noi che abitiamo qui nulla è più abituale che recarci all’ufficio tecnico o allo sportello unico o in biblioteca senza neppure alzare lo sguardo ai soffitti riccamente affrescati, o alla grazia delle rosette in bronzo dorato dei cassettoni o all’imponenza del colonnato e dello scalone d’onore e ci rendiamo conto della bellezza di ciò che ci circonda solo quando la vediamo riflessa negli occhi del visitatore occasionale che si fa prendere dall’emozione della scoperta e si stupisce che non ci faccia lo stesso effetto.

Il nostro Paese (nel senso di nazione) possiede un patrimonio enorme di bellezze paesaggistiche ed artistiche delle cui potenzialità non ci rendiamo neppure conto.

Sarebbe ora di cominciare a farlo.

Cavenago di Brianza-Palazzo Rasini

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, diritti e doveri, impara l'arte. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.