Gli indifesi.

Voglio sperare che ci sia un po’ di esagerazione “elettorale” nella notizia delle code di  cittadini, in prevalenza anziani, ai patronati e agli uffici postali per chiedere le informazioni e i moduli per ottenere il rimborso dell’IMU.

Voglio sperare che si sia presentato solo qualche persona distratta o qualche persona (e ne conosco tante) che davanti ad una lettera di significato non immediatamente interpretabile, ma dall’aria vagamente ufficiale, si rivolge a chi “ne sa di più” (solitamente i tanto bistrattati patronati legati alle varie sigle sindacali) per avere chiarimenti ed evitare equivoci.

Se invece sono molti coloro che sono stati tratti in inganno da una pubblicità elettorale scambiata per una comunicazione ufficiale, se sono molti coloro che ci hanno sperato nel rimborso (magari proprio coloro  a cui qualche decina di euro in più farebbe comunque comodo), se sono molti coloro che si sono sobbarcati i disagi di una coda per poi sentirsi dire che si tratta solo di promesse elettorali.

Se sono molti, allora è imperdonabile.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, diritti e doveri. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.