L’antitrust sui libri di testo.

Gli insegnanti alle prese con le nuove adozioni dei libri di testo avranno uno strumento in più, almeno queste sono le intenzioni e le finalità dell’azione dell’antitrust, una banca dati dove sarà possibile confrontare caratteristiche e prezzi dei testi.

In realtà la scelta dei libri, come ho avuto già modo di spiegare, è una faccenda complessa perchè bisogna tener conto di un gran numero di variabili, non ultima il tetto di spesa già da diversi anni fissato dal ministero.

Spesso accade infatti che di un testo venga presentato il primo volume, il quale di solito ha un prezzo adeguato che aumenta però, in modo abbastanza imprevedibile, negli anni successivi, quando non è così semplice cambiare adozione (generalmente, infatti, un testo dovrebbe essere mantenuto in uso per almeno un triennio, a meno che non si riscontrino gravi errori di carattere scientifico o metodologico).

Mi sembra più interessante, invece, l’impegno assunto da parecchie case editrici di utilizzare supporti diversi da quello cartaceo che rappresenterebbe un risparmio non indifferente.

Da parte nostra, nella scuola dove insegno, abbiamo quasi concluso l’esperienza di un anno di insegnamento dell’italiano senza  libro di testo: si è trattato di un lavoro non facile, ma molto interessante perchè siamo riusciti a creare un repertorio di testi calibrati sulla classe, vicini all’esperienza e agli interessi dei ragazzi, estremamente flessibili tanto che i colleghi che inizieranno un nuovo ciclo il prossimo anno hanno intenzione di proseguire la sperimentazione, magari estendendola anche al libro di grammatica e di geografia.

C’è ancora tanto lavoro da fare, ma credo che abbiamo imboccato la strada giusta.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’antitrust sui libri di testo.

  1. kinnie scrive:

    Sono d’accordo: si dovrebbero eliminare i libri di testo e intensificare LA RICERCA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.